Le Civilta Fluviali

Le Civilta Fluviali

Intorno al 3000 avanti Cristo sorsero le grandi civiltà dell’Antico Egitto e della Mesopotamia. In entrambe, grandi fiumi fungevano da vie di comunicazione e allo stesso tempo garantivano l’irrigazione e la fertilità dei terreni. Tra i fiumi Tigri ed Eufrate si sviluppò la civiltà della Mesopotamia (che, in greco, significa proprio “terra tra i fiumi”).

L’economia era basata sui prodotti agricoli, che potevano essere conservati ed utilizzati in modo regolare. La popolazione, dunque, era economicamente e socialmente organizzata. Dalla fine del IV millennio a. C., questa fioritura produttiva fu accompagnata dalla nascita di grandi città, le prime della storia dell’uomo.

Anche lungo il corso del Nilo sorsero nuove città ed imponenti complessi monumentali. L’intera organizzazione della società egizia era legata al fiume e ai ritmi stagionali delle sue piene, grazie alle quali le terre coltivate si estendevano, ai margini di un territorio desertico, per 2000 chilometri.